Quello che non vi hanno mai raccontato sul burro di karitè.

karite

Si parla molto del burro di karitè e delle sue tantissime e riconosciute proprietà cosmetiche.

Ma come scegliere un burro di karitè di alta qualità? L’INCI è sempre lo stesso, “Butyrospermum parkiii Butter”, ma questo non fornisce alcuna indicazione sulla reale qualità di ciò che si acquista.

Germaine Bombampete ci svela i segreti più nascosti del burro di karitè.
Nata in Africa e legatissima alla sua terra, sin dall’infanzia per tradizione familiare ha potuto beneficiare dell’uso quotidiano del burro di karitè : vero dono della natura, nella cultura locale questo unguento è usatissimo ad ogni età come protettivo,emolliente,contro i reumatismi, per le scottature, come alimento.
Germaine nella scelta del suo burro di karitè è quindi privilegiata dal possesso di un “sapere e saper fare” che è insito nella sua cultura, un innato expertise.

Qui ci spiega quali requisiti fondamentali esige per ottenere e offrire un burro di karitè eccellente per la qualità organolettica e cosmetica, differenziandosi dai prodotti in commercio.

  • Lavorato dal fresco e rapidamente.
    Il burro di karitè è estratto dai semi dell’albero omonimo in comunità rurali dell’Africa sub-sahariana Occidentale. I semi vengono raccolti durante la stagione arida, stoccati e infine lavorati manualmente. Vengono tradizionalmente conservati in anforette di argilla dove però con il tempo, il caldo e la pioggia cominciano a produrre germogli, disperdendo così parte della loro potenzialità. Per questo, quanto più è breve il lasso di tempo tra raccolta e preparazione, tanto più pregiato sarà il burro di Karitè. Le popolazioni del luogo lo sanno bene e Germaine esige che i semi destinati alle sue preparazioni siano lavorati entro le 24 ore successive alla raccolta.Sono proprio questi saperi frutto di tradizioni millenarie, che oggi distinguono prodotti di Villa Eta dalla produzione di massa.
  • Grezzo e non raffinato
    Il burro di Karitè grezzo è sempre naturalmente profumato e colorato.
    Sono le sue naturali caratteristiche che una corretta lavorazione artigianale mantiene inalterate. Invece un burro di karitè bianco, senza profumo naturale, è stato trattato chimicamente e non è naturale: non è quindi una scelta ottimale così come se ha un sentore forte.Il burro di Karitè Grezzo Villa Eta non viene raffinato e non subisce alcun tipo di trattamento chimico che ne possa alterare la genuinità. Si ottiene così un prodotto finito ancora grezzo, non contaminato da residui di lavorazione, che preserva intatte tutte le sue preziose qualità nutrienti, elasticizzanti, emollienti e riepitelizzanti.

Ha un profumo naturale, delicato ma percepibile con un sentore di nocciola; colore beige chiaro o leggermente giallino, sicura indicazione della provenienza dalle regioni più vocate alla sua produzione, principalmente il Burkina Faso.

Nel prossimo blog Germaine ci parlerà ancora del Burro di Karitè , svelandoci altri segreti..
Germaine Bombampete è la fondatrice di Villa Eta specializzata in prodotti cosmetici ad alta vocazione ecobio, realizzati con ingredienti naturali e rigorosamente selezionati e di cui cura personalmente tutta la filiera produttiva.

CHIEDI A GERMAINE
Germaine sarà felice di rispondere alle vostre domande, dandovi anche suggerimenti sugli usi tradizionali e meno noti del burro di karitè in Africa.

Iscriviti alla nostra newsletter , riceverai informazioni preziose sugli ingredienti cosmetici e offerte speciali riservate agli iscritti

Pubblicato in Uncategorized

A Natale regala la bellezza!

natale

 

A NATALE REGALA LA BELLEZZA A TUTTA LA FAMIGLIA!
Scegli i prodotti di cosmesi naturale Villa Eta​…

Natale è alle porte e non hai idea di cosa regalare? Niente paura, abbiamo la soluzione giusta per te! Tra i prodotti di cosmesi naturale Villa Eta puoi trovare i regali per tutta la famiglia!
I nostri prodotti sono realizzati con materie prime e contengono ingredienti organici ed oli essenziali puri in grado di trasmettere un piacevole senso di benessere sia alla tua pelle, che alla tua mente.
Scegli tra la linea di prodotti all’olio extravergine d’oliva del cultivar gentile, al resveratrolo, la linea alla rosa mosqueta e malva, la linea allo Champagne e molte altre. Tutti i cosmetici Villa Eta sono prodotti in Abruzzo!

In più, in esclusiva per tutti gli iscritti un regalo speciale…

unnamed

Cosa aspetti?
Iscriviti subito, scarica la nostra guida di bellezza e inizia gli acquisti di Natale!

 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI


LINEA ALL’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA DEL CULTIVAR GENTILE
 DI CHIETI

Fa dell’olio extravergine d’oliva del cultivar Gentile il suo ingrediente principale per via della sua ricchezza di grassi polinsaturi, tocoferoli e carotenoidi, con funzionalità protettiva, antirughe e sebo-restitutiva.

La crema contiene anche ingredienti dalle spiccate proprietà emollienti, come l’olio di Enotera, ricavato da una pianta originaria del Nord-America e l’olio di mandorle dolci che favorisce l’elasticità cutanea.

La formula della linea all’Olio extravergine d’Oliva del cultivar Gentile rende la pelle radiosa, combatte i segni del tempo e regala un effetto rinfrescante ed emolliente ad ogni applicazione.
 

LINEA AL RESVERATROLO

Ricchissima di preziosi principi attivi naturali dall’elevato potere antiossidante, presenti nella vite rossa, l’utilizzo quotidiano di questa linea di prodotti consente di migliorare la microcircolazione sanguigna che interessa la cute, di rivitalizzare la pelle e di renderla più elastica idratandola e proteggendola in maniera efficacie dagli stress ambientali.

Si tratta di una linea energizzante e rivitalizzante, consigliata per trattamenti calmanti, lenitivi e anti-stress, anche per le pelli più sensibili.
I risultati saranno visibili in meno di 15 giorni.
ggggg
I prodotti di questa linea vantano una elevata quantità di principi attivi, con ingredienti della migliore qualità ovvero solo quelli assolutamente essenziali, perché è stata pensata per proteggere la tua pelle. Non contiene ingredienti nocivi e ti offre una protezione naturale al 100%.
 ggggg

SCOPRI TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI FIRMATI VILLA ETA LUXURY COSMETICS
VISO | CORPO

Pubblicato in Natale Taggato con: , , , , , ,

Pelle: rivitalizzata e nutrita grazie all’esfoliante

Durante la stagione invernale a causa del freddo e degli agenti atmosferici la nostra pelle può andare incontro ad arrossamenti e screpolature.

Per ovviare ai problemi causati dal freddo, oltre a nutrire la nostra pelle dobbiamo creare una buona base affinché i prodotti che utilizziamo quotidianamente siano efficaci. Per aiutare l’assorbimento delle creme dobbiamo prima eliminare tutte le cellule morte che si depositano sullo strato più esterno della nostra ppeelingelle chiamato epidermide.

L’elasticità e la plasticità dell’epidermide sono compromesse dalle variazioni metaboliche che la possono rendere più atrofica, secca con tendenza a desquamarsi.

Le cellule che compongono l’epidermide sono chiamate cheratinociti e passano dall’essere cellule viventi a sottili lamine di cheratina.
Infatti, l’epidermide è soggetta ad un continuo turnover che dura quattro settimane per questo è necessario rimuovere le cellule morte depositate sulla superficie dell’epidermide.

I prodotti esfolianti ci aiutano a ringiovanire l’aspetto dell’epidermide esercitando una triplice azione:

– Stimolano la produzione di nuove cellule. La superficie cutanea appare “rinnovata” ritrova luminosità e morbidezza, al contempo migliora il suo naturale colorito.
– Stimolano la produzione di collagene ed elastina, potenziando l’attività dei fibroblasti
– Facilitano l’assorbimento di altri principi attivi sulla pelle (es. idratanti, nutrienti, emollienti, depigmentanti ecc.) applicati subito dopo il trattamento.

Come eliminare le cellule morte dalla pelle?

Prima di procedere con il trattamento esfoliante ci si deve accertare del proprio tipo di pelle, infatti, da questo dipenderà la frequenza dei vari trattamenti.
– Pelle grassa: 2 volte a settimana
– Pelle secca: basta 1 volta a settimana

Il Resveratrolo, dalle proprietà emollienti e lenitive

Oggi, anche la scienza riconosce le virtù dei componenti e derivati della vitis vinifera. Si tratta di risorse inesauribili nel campo cosmetico, nutrizionale, e terapeutico. Ricco di flavonoidi e tannini che svolgono un’azione antiossidante, l’olio di semi d’uva noto comunemente come olio di vinaccioli, è ricco di acidi grassi insaturi e di tocoferoli, con un forte potere anti-radicali liberi e dermoprotettivo.
Grazie alla sua azione contrasta i radicali liberi, ha proprietà emollienti, lenitive e aiuta a ridurre le infiammazioni cutanee. Inoltre, dalla buccia degli acini d’uva si ricava un potente anti-age.

Nasce dalla Ricerca Fitocosmetica di Villa Eta l’esfoliante Corpo al Resveratrolo per una pelle rivitalizzata e nutrita.

I granuli, responsabili dell’effetto esfoliante, sono arricchiti dalle proprietà antiossidanti dell’estratto  d’uva, rigenerano l’epidermide, eliminando liquidi e tossine in eccesso, e svolgono un’azione  rivitalizzante e nutriente, lasciando la pelle liscia e luminosa.

L’Esfoliante Corpo alesssss Resveratrolo è fabbricato in Abruzzo, in Italia, ed è specifico per pelli disidratate, sensibili e irritate.       

La tua pelle rimarrà giovane più a lungo, grazie ai numerosi antiossidanti contenuti nel  Resveratrolo che contrasteranno i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento della pelle.

Curerai irritazioni e arrossamenti, grazie alla profonda azione lenitiva, antinfiammatoria e calmante dell’estratto di calendula, che donerà un sollievo immediato anche alle pelli più sensibili.

I tuoi tessuti saranno più elastici e omogenei grazie alla presenza dell’allantoina che contrasterà  la presenza di eventuali imperfezioni.

La tua pelle sarà rigenerata con l’aiuto dei granuli presenti nell’esfoliante e sarà libera da liquidi e tossine in eccesso.

Il packaging è stato scelto nel rispetto dell’ambiente e per mantenere il prodotto inalterato. Questo esfoliante è prodotto artigianalmente per offrire al consumatore un prodotto completamente genuino.

E tu hai mai provato a rivitalizzare la tua pelle con l’esfoliante Corpo al Resveratrolo?

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapicSe vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

Scarica la guida

 

Pubblicato in Pelle sensibile

SOS Pelle Secca?

La secchezza cutanea è una delle principali cause dei problemi della Pelle.

Nell’uomo la pelle attua un processo di rigenerazione naturale, ma con l’avanzare dell’età, questo rinnovamento avviene con un ciclo sempre più lungo. La pelle appare più secca e sottile perché tende a ridursi il normale tasso di grasso e umidità.

Il priuid_131ce59aa84.fwmo passaggio del processo di perdita di idratazione è la perdita delle cellule dello strato corneo e con queste, dei lipidi di superficie, che formano una barriera naturale sulla pelle, per prevenire l’evaporazione dell’acqua.
Quando questa barriera lipidica è danneggiata, l’idratazione riesce ad evaporare e le sostanze vitali che legano l’acqua vengono facilmente eliminate quando ci si lava.
Poichè mancano questi fattori idratanti naturali (N.M.F.), la pelle non riesce a trattenere una quantità sufficiente di acqua e diventa secca.
Se questa condizione persiste, la rete di idratazione negli strati più profondi della pelle risulta compromessa, e si riduce il flusso di acqua verso la superficie ovvero negli strati superiori della pelle, che di conseguenza diventa molto secca. Una delle principali funzioni della pelle è quella di prevenire l’eccessiva perdita di acqua. In condizioni normali l’acqua evapora continuamente dagli strati più esterni della pelle verso l’ambiente esterno (TEWL) e l’integrità della barriera cutanea è fondamentale per regolare tale processo.
pelle.fwIl Film Idrolipidico insieme ai corneociti ed ai lipidi intercellulari dello strato corneo, formano lo “scudo” protettivo della Pelle.
Il Film Idrolipidico è una emulsione naturale che ricopre tutto il corpo, come una specie di pellicola, costituita dal sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, dai lipidi di origine epidermica, dal sudore e dall’acqua trans epidermica.
Lo Strato Corneo rappresenta il più alto tasso di perdita di acqua (che è rappresentato per un livello di Idratazione ottimale, in un 15% di acqua dello strato corneo contro il 70% del derma).
Di conseguenza, la quantità di acqua presente nello strato corneo è pesantemente influenzata, non solo dall’invecchiamento cellulare ma anche dall’umidità ambientale.
Quando diminuisce l’umidità esterna, si riduce di riflesso anche la percentuale di acqua negli strati superficiali dell’epidermide.
Il controllo della perdita d’acqua è fondamentale poiché una corretta idratazione della pelle ne garantisce sia l’aspetto estetico che le proprietà meccaniche e sensoriali.
Il controllo della perdita d’acqua può venire meno in seguito a:
• Uso di prodotti con elevata concentrazioni di tensioattivi o sostanza chimiche aggressive;
• Lesioni;
• Esposizione ad ambienti particolarmente secchi
• Esposizione ai raggi solari.

In simili circostanze, è importante interpretare i segnali d’allarme che l’organismo ci invia: la pelle – visibilmente stressata, arida e desquamata – richiede alcuni piccoli accorgimenti tali da consentire alla cute stessa di ripristinare le barriere fisiologiche perdute.

Problemi di Pelle Secca?

La pelle può essere secca o per mancanza d’acqua, e quindi essere disidratata, oppure per una scarsa produzione di sebo e si parla in questo caso di pelle alipica. Queste due situazioni possono anche presentarsi insieme sulla stessa pelle. Quando la pelle è disidratata in genere ha un aspetto avvizzito, è sottile (si parla di millesimi di millimetro), facile alle screpolature e alle fessurazioni.
Immagine_pelleNella pelle alipica è insufficiente oppure manca del tutto il mantello lipidico che ha la funzione di proteggerla, perciò è particolarmente sensibile agli agenti esterni. Esteriormente si presenta opaca, sottile, delicata e si arrossa con facilità. E’ soggetta a couperose per problemi collegati alla fragilità dei capillari di superficie e conseguentemente soffre di predisposizione negativa all’esposizione dei raggi solari.


Come TrattarLa?
Un’adeguata idratazione cutanea è indispensabile per garantire una certa plasticità ed elasticità alla pelle. L’alimentazione gioca un ruolo di primo piano sull’aspetto della pelle. Un adeguato apporto di acqua contribuisce indubbiamente a mantenere una pelle elastica e in ottimo stato. Per idratare la cute – evitando così la pelle secca – oltre all’acqua è bene garantire all’organismo una giusta quantità di acidi grassi insaturi, proteine e aminoacidi, importantissimi per garantire il buon funzionamento delle componenti del derma. L’uso degli Oli Vegetali nei vari trattamenti di Cosmesi Eco-Bio è importantissimo per ottenere i risultati a cui si mira.

L’olio di oliva, idratazione perfetta
L’olio di oliva rimane ingrediente indispensabile non solo a tavola, ma anche nella cosmesi. Effettivamente per il corpo svolge un compito importante per la sua cura e bellezza. E se i fenici lo battezzarono l’oro liquido, ci sarà un perché. In realtà ce n’è più di uno. Già allora l’olio di oliva veniva usato per ammorbidire la pelle e donare lucentezza ai capelli.
Nasce dalla Ricerca Fitocosmetica di Villa Eta la Crema Viso Olio extravergine d’Oliva del cultivar Gentile per una idratazione duratura, con un tocco delicato sulla pelle.

L’ olio di Oliva Extravergine, grazie all’alta compatibilità fisiologica con la pelle, aiuta a ripristinare la barriera battericida dell’epidermide. In più i grassi dell’olio d’oliva, nello specifico, si fondono perfettamente con il sebo cutaneo andando a ripristinare il mantello idrolipidico, rigenerando la pelle.crema_olio
L’olio di oliva, ricco di vitamina E, che contrasta i radicali liberi, maggiori responsabili del processo di invecchiamento, di polifenoli ad azione antiossidante e di vitamina A, ad azione protettiva della pelle, si presenta come un ottimo anti-age.
Contiene inoltre:

Estratto di malva: grazie alla presenza di mucillagine ed all’alto contenuto in zuccheri complessi, presenta azione emolliente e inibisce desquamazioni indesiderate.
Olio di Enotera: estratto dai semi della pianta Oenothera biennis L., contiene acidi grassi polinsaturi della serie Omega-6 e Omega-3, acido linoleico, acido oleico, acido cis-linolenico, acido cis-gamma-linolenico (GLA)- vitamina F che aiutano a mantenere sana l’elasticità cutanea e la secrezione sebacea, prevenendo la formazione delle rughe.


Olio di Jojoba:
viene estratto per spremitura dai semi di Simmondsia Chinensis, una pianta originaria dell’America.
Per la sua affinità con il mantello idro-lipidico, ha un rapido assorbimento cutaneo; ha la proprietà di mantenere l’idratazione della pelle, creando un film lipidico che la protegge ma senza occluderla.
Olio di Mandorle dolci: si ricava dalla spremitura dei semi maturi di Prunus Amygdalus; emolliente, rinfrescante e privo completamente di effetti irritanti; per questa sua “neutralità” il suo uso e’ possibile su qualsiasi tipo di pelle, anche sui bambini.
Olio di Rosa Mosqueta: dai semi ottenuti dal frutto si ottiene questo pregiato olio.
Contiene all’80% acidi grassi (linoleico, alfalinoleico) e vitamina A; ha sulla pelle una potente azione elasticizzate, restituiva e bio-attivante. È ottimo per pelle aride, screpolate, mature. Rigenerante dopo le scottature, anche da danni da radiazione.
La Crema Viso Olio extravergine d’Oliva del cultivar Gentile è fabbricata in Abruzzo ed è indicata per pelli disidratate o per chi è alla ricerca di un prodotto anti-age  e nutriente a base di componenti naturali.
L’emulsione leggera è di facile assorbimento è un’emulsione ortodermica (che si propone di mantenere la pelle in condizione di normalità fisiologica, rispettandone i naturali equilibri), realizzata con emulsionante di derivazione vegetale a base di Proteine Idrolizzate del Grano.
Il packaging è stato scelto nel rispetto dell’ambiente e per mantenere inalterati gli ingredienti, offrendo al consumatore un prodotto di elevata qualità.

E tu hai mai provato ad idratare la Tua Pelle con La Crema Viso Olio extravergine d’Oliva del cultivar Gentile?

Dott.ssa Debora Lovato (Farmacista, Chimica e Cosmetologa)

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapicSe vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

Scarica la guida

Pubblicato in Pelle secca

Come fare per avere la pelle del collo tonificata e senza rughe in 4 passi

Pelle del collo blogIl nostro collo dice molto di noi e della nostra età: se nel periodo della gioventù rappresenta un vero e proprio vanto, con l’avanzare dell’età è il primo discriminante a mettere in evidenza l’effetto che i segni del tempo hanno avuto, o stanno avendo, su di noi. Questo avviene perché in prossimità di questa zona, la pelle è più sottile e presenta meno tessuto adiposo e ghiandole sebacee, rispetto a quella del viso.

La cosa peggiore è che molto spesso ci accorgiamo troppo tardi che la pelle del collo sta perdendo tono, tanto che l’unica soluzione sembra essere rintracciabile nella chirurgia estetica. Tuttavia, sebbene non sia facile contrastare i segni dell’invecchiamento in una zona così in vista, possiamo alleviarli o, meglio ancora, prevenirli per far sì che si presentino nella maniera più attenuata possibile o che non compaiano affatto.

  1. Prevenzione: dal viso al collo

Cominciamo a parlare delle modalità in cui contrastare l’insorgere di questo tipo di inestetismo, per poi passare ai rimedi per attenuarne i segni già evidenti. Una prima semplice accortezza da tenere in considerazione riguarda il momento in cui ci dedichiamo alla cura del viso.

Ogni volta che stendi una crema idratante o un anti-age sul viso infatti, dovresti estendere la sua area d’azione anche sul tuo collo in modo da fornirgli una prima protezione contro i segni dell’età. Può sembrare una banalità ma è senza dubbio un’accortezza fondamentale e da non trascurare oggi per non ritrovarsi nei guai domani.

  1. Prevenzione: rimedi e cosmetici naturali

Ovviamente il primo passo per prevenire qualsiasi genere di inestetismo dovuto all’invecchiamento cutaneo sta sempre nell’idratazione favorita dall’uso di rimedi e prodotti a base naturale. Ultimamente, quando si tocca questa tematica, c’è un ingrediente rivoluzionario che emerge: stiamo parlando del Resveratrolo, una sostanza miracolosa che arriva direttamente dalla pianta della vite in grado di rigenerare e rivitalizzare la pelle grazie ai suoi innumerevoli principi attivi.

Anche la vitamina E, con le sue proprietà antiossidanti, è fondamentale in questo senso e può essere assunta in diverse modalità, sia attraverso i cibi che la contengono (mandorle, basilico, pinoli, semi di girasole, olive, nocciole, pomodori), sia attraverso i prodotti a base naturale che ne sono ricchi. La natura può fornirci un grande aiuto per mantenere la pelle del nostro collo elastica e tonica, quindi perché non approfittarne da subito?

Inoltre non dimenticare, che anche la protezione della pelle dai raggi UV è a dir poco fondamentale e per questa ragione non ci stancheremo mai di ricordarti l’importanza dell’applicazione del giusto filtro solare anche in corrispondenza della zona collo.

  1. Attenuazione: dall’alimentazione ai prodotti di bellezza

Siamo giunte al paragrafo che riguarda l’attenuazione degli inestetismi già evidenti. In questo caso possiamo ribadire quanto detto in precedenza, ovvero che quella del collo, è una zona che non va trascurata e che va considerata indistintamente quando ci si prende cura del proprio viso.

Prima di parlare dei prodotti più efficaci per contrastare il rilassamento dell’epidermide, dedichiamo due righe all’alimentazione. Infatti anche una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi, può essere di grande giovamento per la tonicità dell’epidermide di tutto il corpo, per questa ragione è fondamentale utilizzare dell’olio extravergine d’oliva in ogni nostra preparazione e quotidianamente.

Passiamo ora ai prodotti di bellezza. Anche in questo caso non possiamo prescindere dall’applicazione costante di sostanze a base naturale. I risvolti benefici dell’olio d’oliva sono tanti anche in questo caso, così come non possiamo trascurare l’importanza dell’utilizzo di cosmetici che contengano l’ormai celeberrima “bava di lumaca”, un prodotto curativo di grande efficacia quando si parla del trattamento di inestetismi del genere.

Si tratta infatti di una secrezione naturale (prodotta dalle nostre amiche lumache) dal grande potere elasticizzante e ormai ampiamente utilizzata in cosmetica. Contiene una grande quantità di straordinari principi attivi che stimolano i processi rigenerativi e migliorano l’elasticità cutanea, stimolando inoltre la ristrutturazione della matrice extracellulare.

  1. Attenuazione: anche l’esercizio vuole la sua parte

Ora che abbiamo trattato tutti gli agenti principali utili per attenuare questo spiacevole inestetismo, dedichiamo un paragrafo anche all’importanza dell’esercizio per preservare la pelle finissima e delicatissima del nostro collo.

Come saprai infatti, l’attività fisica è fondamentale per mantenere la tonicità di qualsiasi tipo di tessuto e per questa ragione ti consigliamo di aggiungere un pizzico di esercizio alla tua routine giornaliera, magari facendoti consigliare gli esercizi più adeguati dal tuo istruttore.

Che ne pensi del nostro articolo? Credi anche tu che prevenire sia sempre meglio che curare?

Germaine Bombampete

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapic Se vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente” scaricalaguida2

 

Pubblicato in Pelle secca

Quello che tutte dovrebbero sapere sulla bellezza del décolleté

Quello che tutti dovrebbero sapere sul decolletèIl décolleté, o che dir si voglia “scollatura”, è una delle parti del corpo femminile più sensuali, e spesso più in evidenza, questo non è un segreto. Non a caso, gran parte delle problematiche che lo affliggono derivano proprio dalla sua eccessiva esposizione e a una lunga serie di fattori, tra i quali spiccano in primis i raggi solari e lo smog. Questi due elementi sono infatti i nemici numero uno per chi desidera una scollatura sempre giovane e che non lascia trapelare il tempo che passa, e proprio per questo ti spiegheremo come contrastarli e soprattutto come far sì che la tua pelle rimanga sempre sana anche in quella zona.

Il primo passo è la protezione

Trattandosi di una parte del corpo molto esposta, soprattutto d’estate quando fa più caldo e il sole è più forte, sarebbe bene proteggerla sempre con una crema dotata di un discreto fattore protettivo (20-30, a seconda del vostro tipo di pelle). Il décolleté infatti è una parte del corpo che tende a scottarsi o comunque ad abbronzarsi prima delle altre e per questa ragione è consigliabile utilizzare una crema solare efficacie non solo per andare al mare, ma anche quando sei in giro per lavoro, o in viaggio, e intendi indossare indumenti con una scollatura accentuata.

Purtroppo l’eccessiva esposizione ai raggi UV, sebbene ci conferisca splendide tintarelle, contribuisce a seccare la nostra pelle, se questa non è correttamente idratata, e ad accelerare il sopraggiungere di inestetismi quali rughe e macchie cutanee.

Il secondo passo è l’idratazione

Nutrire ed idratare sempre e in qualsiasi occasione la zona del décolleté rappresenta senza dubbio un passo fondamentale da compiere giornalmente perché la pelle è più sottile e quindi tende a seccarsi maggiormente. Un semplice gesto idratante al mattino, prima di uscire di casa avrà un grande valore per la tua scollatura perché ti protegge per tutto il giorno dall’azione nociva dello smog e di altri agenti con cui entri in contatto senza saperlo.

Se ne hai la possibilità, utilizza sempre e solo cosmetici di origine vegetale, andranno bene gli stessi che utilizzi per il viso: dovrai semplicemente stenderli anche su collo e décolleté per nutrire la pelle e favorirne l’elasticità. Tra gli alleati più efficaci provenienti direttamente dalla natura non potremmo non menzionare (come sempre) l’olio extravergine d’oliva, perché i suoi benefici sono talmente tanti che non basterebbe un libro per parlarne così come il burro di Karité, l’olio di vinaccioli e l’aloe vera.  Maggiore sarà la concentrazione di questi ingredienti nei prodotti che usi, maggiori saranno i benefici che ne trarrai.

Il terzopasso riguarda l’abbigliamento……intimo 

Potrà sembrarti strano ma anche il reggiseno farà la differenza sull’aspetto del tuo décolleté: molto spesso infatti scegliamo capi d’abbigliamento intimo che non sostengono adeguatamente il seno, o che lo sostengono eccessivamente, e di conseguenza danneggiano l’immagine dell’intero décolleté.

Quando procedi all’acquisto di un reggiseno assicurati che sia della taglia giusta e che si adatti sia alla circonferenza del busto che alla tua misura effettiva; in questo modo eviterai la creazione di grinze e increspature che potrebbero anche danneggiare la tua pelle.

Come vedi basta qualche piccola attenzione in più per migliorare sensibilmente la pelle, e prenderti cura, del tuo décolleté; anche in questo caso i migliori rimedi per la salute della pelle sono quelli naturali ma devi riconoscere che il tuo impegno è un elemento fondamentale per avere un aspetto sempre piacevole e curato.

Dopo aver letto questo articolo, qual è la tua opinione sull’argomento?

Germaine Bombampete

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapic Se vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente” scaricalaguida2

Pubblicato in Uncategorized

4 segreti per uno sguardo da cerbiatta

Sguardo da cerbiatta per blogGli occhi sono senza dubbio la zona più sensibile ai primi segni dell’invecchiamento. Le cosiddette rughe “a zampa di gallina” sono causate dalla perdita di collagene ed elastina, due elementi che mantengono la pelle elastica e luminosa.

La perdita di questi due elementi dovuta all’invecchiamento, ad uno stile di vita poco sano e ad altri fattori che vedremo in seguito, causa disidratazione e assottigliamento della pelle, ed è spesso accompagnata dalla comparsa di occhiaie o borse. Per prevenire questo processo sarebbe opportuno iniziare a prendersi cura della propria pelle già a partire dai 25 anni, ma non sempre ci ricordiamo di farlo.

Quante volte, davanti allo specchio, ti è capitato di tendere la pelle in prossimità delle tempie per ottenere uno sguardo da cerbiatta? Peccato che l’effetto svanisca subito, una volta rilasciata la presa. Al giorno d’oggi esistono diverse tecniche per eliminare le imperfezioni del contorno occhi: peeling, blefaroplastica, iniezioni di botulino, di acido ialuronico e così via; ma prima di ricorrere ai rimedi più drastici, sei sicura di aver provato tutti i metodi fai da te?

In questo articolo ti rinfrescheremo la memoria parlandoti dei metodi più efficaci per ottenere uno sguardo sensuale e luminoso e attenuare gli inevitabili segni del tempo, dai consigli della nonna alle raccomandazioni degli esperti.

1. Conduci uno stile di vita sano

Dormire almeno 7 ore al giorno, ti permetterà di avere un viso riposato durante il giorno e di favorire la rigenerazione della pelle durante la notte. Evita di dormire a pancia in giù e utilizza federe di raso o seta piuttosto che di cotone. Smetti di fumare e limita il consumo di alcolici: oltre ad essere nocivi per la salute disidratano la pelle, causando la perdita di elasticità. Mangia alimenti sani, ricchi di vitamine e possibilmente di stagione, riducendo il consumo di zuccheri e grassi.

2. Affidati ai metodi naturali

Mai sottovalutare i “rimedi della nonna”, come le classiche fette di cetriolo o patata che poste sugli occhi leniscono e idratano la palpebra facendola apparire subito più distesa e riposata. Questa tecnica può essere utilizzata anche con un cucchiaino d’acciaio raffreddato in frigorifero.
Sul web è possibile trovare le più svariate maschere per il viso a base naturale. Quelle più indicate per contorno occhi sono a base di caffè, per il suo potere vasocostrittore e rivitalizzante, di limone dalle proprietà schiarenti e di yogurt per la sua azione idratante, esfoliante e tonificante.

3. Usa prodotti nutrienti

Come sai, la pelle secca e disidrata è la prima causa scatenante delle rughe, perciò è necessario mantenerla sempre idratata e nutrita. Utilizza prodotti a base naturale, applicandoli senza strofinare, massaggiando la pelle delicatamente con movimenti circolari, fino al completo assorbimento. Le creme più indicate per il nutrimento, l’idratazione e la tonificazione della pelle sono quelli a base di:

– burro di karité: noto sin dall’antichità per il suo alto potere idratante;

– resveratrolo: funzione energizzante, rivitalizzante e antiossidante;

– champagne: rigenera e nutre la pelle mantenendola morbida e giovane a lungo;

– bava di lumaca: svolge un’azione rigenerante e nutriente;

– olio d’Argan: con proprietà tonificanti e ammorbidenti dona nuova elasticità alla pelle.

– zafferano: è ricco di carotenoidi, che grazie al loro potere antiossidante contrastano l’invecchiamento e l’accumulo di radicali liberi.

4. Proteggiti dai raggi UV

L’esposizione al sole influisce enormemente sull’invecchiamento della pelle, soprattutto se non vengono usate le giuste precauzioni. I raggi UV infatti, penetrano attraverso l’epidermide distruggendo le fibre elastiche della pelle. Quando prendi il sole usa sempre una protezione alta ed evita l’esposizione durante le ore di punta.

E tu quale metodo saresti più propensa a scegliere per preservare il tuo sguardo da cerbiatta?

Germaine Bombampete

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapic Se vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente” scaricalaguida2

Pubblicato in Pelle idratata

Dimmi che tipo di pelle hai e ti dirò come proteggerla dal sole

Donna-in-forma-prende-il-sole-al-mare per blogLa natura ci ha regalato una miriade di meravigliose varietà che si esprimono all’insegna di una sola parola d’ordine: il colore. Dall’azzurro del cielo del mattino, alle tonalità calde di un tramonto estivo, dal rosso vermiglio delle ciliegie mature al blu intenso dei mirtilli e non è un caso che si sia sbizzarrita anche con noi esseri umani, facendoci dono di tante nuance di pelle differenti, così come ha fatto per il colore dei nostri capelli. Un po’ più in ritardo rispetto alla natura, ma d’altronde com’era giusto che fosse, è arrivata la dermatologia che ha pensato bene di classificare le tonalità delle nostre pelli in base al modo in cui reagiscono ai raggi UV e da qui nascono i sei tipi di fototipo.

È molto facile riconoscere le proprie caratteristiche all’interno dei canoni di un determinato fototipo, ma non è altrettanto semplice comprendere il modo più opportuno per prendersi cura della pelle, una volta individuata la tipologia a cui si appartiene. Ma non temere: siamo qui appositamente per aiutarti!

Pelle lattea rossastra, Fototipo I

Si tratta senza dubbio del tipo di pelle più delicata che ci sia e non a caso la sensibilità ai raggi solari è decisamente elevata. Chi appartiene a questa classificazione presenta capelli e occhi molto chiari e una pelle sottile, quasi trasparente. Ovviamente se hai una carnagione di questo tipo dovrai prestare particolare attenzione all’idratazione e all’esposizione solare. Non solo è importante utilizzare uno schermo totale contro i raggi UV ma nella maggior parte dei casi è consigliabile evitare esposizioni prolungate alla luce solare, in modo particolare durante le ore calde. La produzione di melanina è quasi assente e l’abbronzatura non sempre possibile.

Pelle molto chiara, Fototipo II

Se hai la pelle molto chiara rientri nella classificazione del Fototipo II; probabilmente avrai i capelli biondo scuro o castano chiaro e i tuoi occhi saranno verdi, azzurri o castani; ciò significa che dovrai utilizzare sempre una protezione solare molto alta ed evitare di stare troppo tempo al sole. Opta piuttosto per un’esposizione graduale, in modo che a poco a poco la tua pelle si abitui ai raggi UV senza arrossarsi e assumendo un delicato colorito dorato.

Pelle abbastanza chiara, Fototipo III

Se ti riconosci nel Fototipo III, diciamo che la tua pelle è quella che si direbbe una via di mezzo: questa tipologia è corredata da un colore degli occhi che va più sulle tinte del marrone e lo stesso vale per i capelli. Sicuramente la tua cute è meno delicata rispetto a chi si riconosce nei due fototipi precedenti, ma comunque degna di una serie di precauzioni necessarie per mantenerla in forma e idratata. Nel tuo caso sarà bene optare per una protezione graduale, ma mai assente, (da più alta a più bassa) in corrispondenza dell’esposizione solare. Così facendo otterrai uno splendido risultato e un colorito uniforme e senza arrossamenti.

Pelle leggermente scusa o olivastra, Fototipo IV

Sebbene la sensibilità ai raggi UV del fototipo IV sia ridotta, questo non significa che non necessiti di tutte le cure e le attenzioni che vanno dedicate agli altri tipi di pelle di cui abbiamo parlato. Se la tua pelle appartiene al Fototipo IV, infatti, valgono esattamente le stesse regole del Fototipo III: diminuisci gradualmente il fattore dello schermo protettivo durante il corso dell’esposizione al sole (un fattore più alto nei primi giorni e uno più basso una volta che la pelle si sarà abituata). Anche se con fattori più bassi, la protezione deve essere sempre presente perché l’esposizione diretta ai raggi UV è un rischio da evitare.

Pelle scura, Fototipo V

Scommetto che tu ti riconosci in questo fototipo, sei una di quelle che è solita dire “Che cosa? La crema solare? Io? Ma scherzi?” Se ammetti di aver pronunciato almeno una volta questa affermazione, dovrai rivedere la tua posizione perché anche tu puoi scottarti! Magari la tua pelle non presenterà il tipico rossore che si manifesta sulle carnagioni più chiare, ma devi riconoscere che dopo esserti esposta ai raggi solari troppo a lungo e senza protezione, avverti una sgradevole sensazione sulla cute, tra il bruciore e il prurito.  Quel pizzicore è il richiamo della tua pelle che ti chiede di idratarla e di proteggerla!

Pelle scurissima, Fototipo VI

Sapevi che anche le pelli più scure non sono immuni alle scottature? Se fino a ieri hai spavaldamente evitato qualsiasi tipo di protezione, sarà meglio che ti ricreda e che corra ad acquistare una crema solare. Sicuramente la tua carnagione è meno sensibile ai raggi UV ma questo non vuol dire che l’esposizione solare diventi automaticamente un toccasana. Purtroppo i raggi UV sono dannosi per tutti i tipi di pelle e anche nel tuo caso una buona protezione, soprattutto durante i primi giorni di sole, non sarebbe niente male.

Due parole sull’idratazione

Indipendentemente dal tipo di carnagione che possiedi, non dimenticare mai di idratarla nella maniera migliore possibile, soprattutto a seguito di un’esposizione solare. Puoi scegliere un prodotto a base di burro di karité, che renderà anche la tua pelle più morbida oppure uno a base di olio di argan, dalle proprietà elasticizzanti. Ad ogni modo, qualunque sia il tipo di idratazione che sceglierai, sappi che questa consuetudine avrà ottimi effetti sulla tua pelle senza contare il fatto che prolungherà la durata della tintarella.

Germaine Bombampete

Guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente”

guidapic Se vuoi scoprire come avere la pelle morbida e vellutata, come avere i glutei sode senza buccia di arancia, scarica la tua guida gratuita: “7 trucchi per migliorare la salute della tua pelle e sentirti più attraente” scaricalaguida2

Pubblicato in Pelle mista

5 errori da evitare nella cosmesi del viso

come struccare gli occhi per blogL’estate sta letteralmente bussando alle porte ed è arrivato il momento di liberare il viso dal make-up che ti ha accompagnato per tutto l’inverno ed esibirlo in tutto il suo naturale splendore! Ma sei proprio sicura di essere pronta alla “prova della verità”?

Forse non sei stata così clemente con la tua pelle e non hai rispettato tutte le accortezze necessarie, ma non preoccuparti, sei ancora in tempo per rimediare! Avere una pelle splendida non è un’impresa impossibile: basta seguire qualche accorgimento ed evitare gli errori più comuni, scopriamoli insieme leggendo questo articolo.

1. Non struccarti prima di andare a dormire

La cosmesi notturna è senza dubbio l’incubo di tutte le donne. Quante volte ti è capitato di tornare a casa la sera e di infilarti sotto le coperte senza struccarti? Questo è uno degli errori più comuni, ma tranquilla, almeno una volta nella vita è capitato a tutte. Il problema è che per molte, questa cattiva abitudine è diventata routine, pensando che l’unico a pagarne le conseguenze sia il proprio cuscino, ma non è così. Vincere la stanchezza e impiegare le ultime energie per struccarti, lascerà la tua pelle libera di respirare e ti aiuterà a combattere le imperfezioni, come i brufoli e i punti neri. Inoltre non dobbiamo dimenticare che la pelle si rigenera durante il sonno, quindi dobbiamo fornirle le condizioni ottimali per farlo.

2. Usare prodotti aggressivi.

Usare detergenti aggressivi o prodotti a base di alcool e profumi può rendere la pelle più sensibile alle irritazioni. Quando scegli un prodotto non basarti solo sulla fascia di prezzo, ma guarda prima di tutto gli ingredienti! Leggendo l’etichetta ti renderai conto che gli ingredienti principali sono i primi ad essere indicati perché sono quelli presenti in maggiore concentrazione. Dai valore alla tua pelle e dai sempre la priorità ai cosmetici naturali e biologici. Tra quelli attualmente più consigliati dai dermatologi troviamo i prodotti a base di olio d’oliva, olio di Argan, burro di karité e resveratrolo, per le loro proprietà idratanti, nutrienti e rigeneranti.

3. Lavare il viso troppo spesso

Lavare il viso ed effettuare lo scrub troppo spesso possono rivelarsi a loro volta dannosi per la pelle, perché la rendono secca e irritata. Quando lavi il viso, usa prodotti naturali e adatti al tuo tipo di pelle, asciuga senza strofinare la cute ma tamponandola, possibilmente evitando di utilizzare tessuti sintetici. Allo stesso modo non effettuare troppi scrub: assottiglierà la tua pelle rendendola più sensibile.

4. Usare gli stessi prodotti tutto l’anno

Nel corso dell’anno i cambiamenti climatici fanno sì che la tua pelle abbia diverse esigenze e usare sempre gli stessi prodotti può rivelarsi inappropriato. Nei mesi invernali ad esempio è preferibile mantenere la cute idratata e nutrita per evitare le screpolature causate dal freddo. In primavera è consigliabile effettuare gli scrub per rinnovare la pelle e prepararla al primo sole. Nei mesi estivi è fondamentale proteggere e idratare il viso e il corpo per far fronte ai danni che potrebbero essere causati dall’esposizione al sole (regola valida anche per le carnagioni più scure) e lasciare respirare la pelle evitando un make-up troppo pesante. Quando l’estate volgerà al termine poi, sarà bene procedere nuovamente con l’esfoliazione e l’idratazione, magari scegliendo un prodotto a base di resveratrolo che grazie alle sue proprietà antiossidanti, rivitalizzerà e rigenererà completamente la tua pelle.

5. Fumare, bere alcolici e assumere troppi zuccheri

Fumo, alcol e smog sono i nemici numero uno della salute e della pelle, dal momento che la disidratano e favoriscono la comparsa delle rughe. Un regime dietetico equilibrato, povero di zuccheri e ricco di fibre e vitamine, oltre ad essere un toccasana per il tuo stato di salute generale e per la tua forma fisica, mostrerà i suoi risultati anche sulla pelle. Inoltre bere molta acqua ti aiuterà a mantenerla sempre idratata e luminosa.

Germaine Bombampete

Pubblicato in Uncategorized